Quantcast

‘Con la metro Cosenza diventa una città europea’

Il coordinatore della Grande Cosenza invita il sindaco Occhiuto a trovare un accordo con la Regione e il Comune di Rende

Più informazioni su


    Nuova apertura di Carlo Guccione, cordinatore della colazione “Grande Cosenza”, al sindaco Occhiuto sulla metropolitana. Metro che è diventatata una sorta di sfida all’ Ok Corral tra il sindaco della città dei Bruzi e il governatore, Mario Oliverio. Guccione in tutto ciò tenta di intermediare, e stamattina ha convocato una conferenza stampa appunto sull’argomento. “So che è una giornata molto impegnativa per voi giornalisti”, ha aperto l’incontro Guccione, quindi cercherò di essere breve. Basta poco trovare una intesa con la Regione, il comune di Cosenza e quello di Rende per realizzazione del più grande intervento che mai abbia conosciuto la città di Cosenza. Un investimento di 160 milioni di euro e altri 35 che il Comune di Cosenza ha ottenuto con un accordo quadro per la realizzazione di altre opere”. Guccione, insomma è alquanto chiaro, “È quindi necessario riprendere la strada del confronto, dell’assunzione di responsabilità per discutere e decidere sull’accordo di programma tra Regione, Comune di Rende e di Cosenza. Non dobbiamo più perdere tempo”. Per l’esponente della Grande Cosenza “la firma di quell’accordo garantisce alla nostra città una serie di infrastrutture che, insieme alla Metro tranvia, trasformano Cosenza in una città europea, moderna e sostenibile». E aggiunge: Non vorrei che ci fossero forze che tendino a non far decollare quell’accordo che punta a valorizzare non solo Cosenza ma anche l’intera area urbana”. Al tavolo c’era anche il capogruppo del Pd, Damiano Covelli e Alfonso Bombino responsabile delle comunicazioni di Guccione.

    Astolfo Perrongelli

    Più informazioni su