Quantcast

Incendio centro storico. Falco: ‘I danni ci sono ma dobbiamo ripartire’ (VIDEO)

ESCLUSIVA. Qualche giorno fa, la Procura della Repubblica di Cosenza, al termine di una serie di verifiche e controlli, ha disposto il dissequestro di parte dell’immobile. Noi di COSENZAINFORMA.IT siamo andati a vedere lo stato dei luoghi ed abbiamo intervistato l’editore Michele Falco

Più informazioni su


    La prima sensazione che si prova nel varcare la soglia d’ingresso di questo tempio di cultura, è di smarrimento, non solo per la desolazione di un “luogo sacro di pensieri e parole”, profanato dalle fiamme, ma anche per quell’irrespirabile aria di fumo, morte e dolore che ti entra nel naso, affannando anche le funzionalità visive e del respiro. Il volto di Michele Falco è l’immagine, si di un dolore intenso e di una sentita partecipazione emotiva per un incendio che ha annerito la cultura libri e devastato appartamenti e persone ma, è anche la fotografia di un dovere imprenditoriale che vuole rinascere dalla cenere. Michele e la sua voglia di soffiare nell’aria cultura e sapere, non sono stati inceneriti. La sede operativa della “Falco” ha momentaneamente traslocato in altri uffici riprendendo l’attività editoriale. L’intero stabile era stato dichiarato inagibile e posto sotto sequestro. Da qualche giorno, come detto, è stato dissequestrato in parte e l’editore, che non intende arrendersi agli eventi, ha deciso di riprendere l’attività in sede con mille difficoltà, una fra tutte la mancanza di energia elettrica. Pare che la centralina e i contatori siano in alcuni locali adiacenti ancora posti sotto sequestro…

    Mafalda Meduri

    Foto di Francesco Greco

    Video di Alessandro Noce

     

    GUARDA IL VIDEO:

     

     

     

     

    Più informazioni su