Quantcast

Lutto nella pallacanestro calabrese. Muore Angela Scaramuzzino

Simbolo del basket in rosa silano. Messaggi di cordoglio dal mondo sportivo di tutta la Calabria

Più informazioni su


    Gravissimo lutto nella pallacanestro calabrese. E’ scomparsa Angela Scaramuzzino, personaggio positivo che ha scritto pagine indelebili di questo sport. La notizia arriva con una nota della Fip Calabria che continua. 

    “In tanti  la ricorderanno nella sua infinita carriera nel basket femminile d’eccellenza. Tantissimi anni in A2, dalla partenza in quel di Lamezia con il professore Amatruda (la comunità cestistica lametina attraverso il Basketball Lamezia ha pregato fortemente in questi giorni difficili) passando per la grande Catanzaro del compianto Nando Righini in A2 per poi diventare un simbolo del basket in rosa silano giocando per tantissimi anni nella Centro Pallacanestro Rende.”

     

    Tanti i messaggi di cordoglio (ne riportiamo solo alcuni) come quello del Catanzaro Planet Basket :

    Il Network Catanzaro Basket Planet piange la perdita di Angela Scaramuzzino, indimenticabile protagonista del basket calabrese e catanzarese in particolare, all’ epoca del grande team femminile. Angela è stata un simbolo del basket sano, strumento di promozione sociale e di affermazione sportiva. La comunità giallorossa della pallacanestro porge sentite condoglianze ai familiari.

    Anche la Scintille Montesanto Basket di Cosenza piange la perdita di Angela Scaramuzzino, indimenticabile protagonista del basket calabrese con un lunghissimo trascorso nel basket silano.

    Il consorzio VolleYnsieme Lamezia, in una nota “si stringe attorno alla famiglia Scaramuzzino ed a tutto l’ambiente cestistico lametino per la prematura scomparsa di Angela, campionessa di sport e di vita. La sua breve parentesi tra di noi è stata sempre caratterizzata da rispetto, lealtà, correttezza e spirito di sacrificio. Di tutto questo la ringraziamo perché con le sue gesta ha trasmesso i valori sacri dello sport ed è stata d’esempio per le nuove generazioni con la sua umiltà e la sua solarità”.

    Più informazioni su