Quantcast

Cosenza, la Giunta approva la revisione della pianta organica delle farmacie della città

La proposta è stata avanzata e fortemente voluta dall’assessore Michelangelo Spataro

La Giunta comunale, presieduta dal sindaco Mario Occhiuto, ha approvato, su proposta dell’assessore alla Pianificazione Urbana, Michelangelo Spataro, che l’ha fortemente sollecitata, la revisione della pianta organica delle farmacie del Comune di Cosenza per il 2020-2021, pur confermando il numero delle farmacie esistenti (24) e verificata la corretta applicazione dell’art.5 della legge 8 novembre 1991, n. 362 (e successive modifiche e/o integrazioni) sul potenziale “decentramento” in zone investite da un notevole spostamento demografico. La Giunta, nell’adottare la delibera con la quale si procede alla revisione della pianta organica delle farmacie ricadenti nel territorio cittadino, attraverso una rimodulazione delle zone farmaceutiche, ha approvato gli elaborati tecnici prodotti dal Settore Urbanistica ed Edilizia privata. Nell’approvare la revisione della pianta organica delle farmacie, la Giunta ha tenuto conto dell’esigenza di garantire la massima accessibilità al servizio farmaceutico e del fatto che l’attuale assetto delle zone farmaceutiche cittadine era risalente a più di un decennio fa (l’ultima perimetrazione delle zone farmaceutiche era stata effettuata nel 2008). Con la revisione approvata si è, quindi, operata una sostanziale riorganizzazione funzionale e amministrativa. Nella relazione introduttiva allegata alla delibera di giunta approvata oggi, si rileva che sulla base della popolazione residente al 1° gennaio 2018  e della sua distribuzione nell’ambito del territorio comunale, per effetto dello spostamento della popolazione avvenuto negli ultimi decenni verso la parte nord della città, si è venuta a creare una situazione di fatto per la quale alcune farmacie si trovano ad essere situate in zone farmaceutiche che presentano un numero di residenti che supera spesso ed in maniera rilevante le 3.300 unità previste dalla normativa vigente, mentre altre sono collocate in aree in cui risulta un numero attuale di residenti molto inferiore al suddetto limite. Nel rimarcare la necessità di procedere alla revisione della pianta organica delle farmacie cittadine si è, inoltre, tenuto conto anche del ruolo del Comune in materia di pianificazione territoriale degli esercizi farmaceutici che risulta decisamente rafforzato rispetto al passato, affinché i Comuni stessi possano assicurare un’assistenza farmaceutica di qualità nel proprio territorio. Infatti, in capo ai Comuni è trasferita la competenza di individuare  le nuove sedi farmaceutiche,  semplificando  la procedura precedentemente prevista. La città di Cosenza, nel corso degli ultimi decenni – si rileva ancora nella relazione che introduce la delibera di giunta e che ne forma parte integrante –  ha subìto profonde trasformazioni urbanistiche che hanno determinato fenomeni di cospicua riduzione del numero degli abitanti e dei residenti, parimenti allo spostamento dei nuclei familiari in direzione nord, riducendo la popolazione dell’area del centro storico e di tutta l’area urbana. Questo fenomeno migratorio, oltre che realizzarsi attraverso una sorta di trasferimento di popolazione all’interno dei territori dell’area urbana cittadina, ha causato uno spopolamento a beneficio dei comuni dell’hinterland che di fatto hanno registrato, chi più chi meno, una forte implementazione di abitanti e residenti. Va rilevato, però, che parimenti alcune aree urbane cittadine sono state maggiormente interessate da un aumento  della popolazione: quelle intorno a P.zza Zumbini, Bosco De Nicola, Piano De Matera, Macchiabella, Vaglio Lise, Cuturella, Bosco Sottano, oltre a quelle di Via degli Stadi, coinvolgendo, così, tutto il territorio a nord del Comune di Cosenza, che si dipana lungo le direttrici:

  1. a) Via F. Corsonello, Muoio Piccolo, Muoio Grande, Serra Spiga;
  2. b) Viale della Repubblica, Via P. Rossi, San Vito Alto;
  3. c) zza C. Bilotti, P.zza Loreto, P.zza Europa, Via degli Stadi;
  4. d) so G. Mazzini, P.zza C. Bilotti, C.so L. Fera, P.zza B. Zumbini, Via Panebianco, Bosco De Nicola;
  5. e) zza G. Mancini, Viale G. Mancini, Via Popilia, Cuturella, Bosco Sottano.

Su tale stato di fatto sono insediate le 24 zone farmaceutiche attualmente esistenti. Altro particolare rilevante è che nel territorio del comune di Cosenza, dal 2008 ad oggi, si è generato un aumento dei flussi di persone (popolazione fluttuante) che orbitano nell’area urbana per usufruire dei servizi sanitari, logistici, economico-finanziari, scolastici, commerciali e di tutto il settore terziario in genere. Pertanto, seppur a fronte della riduzione della popolazione residente, si registra un complessivo aumento della popolazione gravitante (ossia quella ottenuta dalla somma della popolazione residente e della fluttuante). Sulla base dei dati statistici è emerso, però, che con le attuali zone Farmaceutiche (ossia quelle individuate dal piano del 2008) la distribuzione degli esercizi farmaceutici non era omogenea, in quanto in alcune zone si registra una popolazione gravitante di oltre 8000 unità, mentre in altre la stessa non supera le 1500 unità. Di qui la necessità della nuova zonizzazione della pianta organica delle farmacie adottata dalla Giunta allo scopo di compensare gli squilibri dei bacini di popolazione residente e di quelli dell’utenza in generale. Rispetto alla pianta organica del 2008, sono state create nuove zone (attraverso la riduzione e la riperimetrazione di quelle a maggiore utenza), mentre altre sono state soppresse mediante accorpamento di zone limitrofe, fermo restando il numero di 24 farmacie esistenti sul territorio. La distribuzione della popolazione gravitante nelle nuove zone farmaceutiche risulta più omogenea  ed equilibrata rispetto a quella relativa allo stato attuale, così come la nuova Pianta Organica delle Farmacie risulta essere perfettamente in linea con l’obiettivo dell’attuazione di una crescita omogenea, legata alla riqualificazione e alla rigenerazione degli spazi cittadini, previsto nel PSC – Piano Strutturale Comunale.