Quantcast

Lorica: incontro tra sindaci e cittadini

Un confronto proficuo sulla questione rifiuti e sull’illuminazione pubblica nel villaggio silano

Più informazioni su


    Si è tenuta nel corso del pomeriggio un’importante riunione presso il Centro sportivo di Lorica, che, ha visto coinvolta la popolazione tutta e i sindaci delle amministrazioni di San Giovanni in Fiore e ex comune di Pedace (ora appartenente ai Casali del Manco, in seguito alla fusione dei comuni in Presila). Alla presenza dei sindaci Pino Belcastro ed ex sindaco del comune di Pedace Marco Oliverio, la popolazione e gli operatori di Lorica hanno esposto a entrambe le amministrazioni una serie di problematiche da risolvere legate al territorio. Centrale nella discussione, la questione dello smaltimento dei rifiuti nel villaggio Silano, da anni costretto a combattere con servizi poco efficienti che spesso portano all’accumulo d’immondizia ai bordi delle strade, rendendo la perla della Sila, per nulla splendente.

    A tal proposito entrambi i sindaci che sin da subito, hanno risposto all’appello della popolazione, accettando di buon grado la richiesta d’incontro, sulla questione rifiuti si sono espressi in maniera unanime: entro il 30 giugno grazie a una convenzione stipulata tra l’Ente Parco e Calabria Verde e alla volontà univoca di entrambe le amministrazioni di risolvere il problema, Lorica dovrebbe essere attrezzata allo smaltimento dei rifiuti con delle Isole Ecologiche, situate in punti appositamente scelti, al fine di accogliere e smaltire tutti i rifiuti prodotti e coprire il servizio in maniera adeguata ed efficiente, anche nei mesi con maggiore afflusso turistico. Tra le altre problematiche sollevate all’amministrazione nel corso della riunione, quella dell’illuminazione pubblica è stata messa particolarmente in evidenza. In alcuni periodi dell’anno è capitato che il piccolo villaggio tra le montagne rimanesse completamente al buio, sia sulle strade principali, che nelle stradine secondarie. Su tal punto il sindaco di San Giovanni in Fiore, Pino Belcastro ha ricordato che il comune in questione ha appaltato e concluso da poco le trattative per il totale rinnovamento dei corpi illuminanti, che saranno dotati di lampadine a led, un appalto che prevede una spesa di circa 580 mila euro. Una riunione quella di oggi, fortemente voluta dagli operatori e dalla popolazione di Lorica, richiesta tramite istanza a entrambi i comuni, mirata a far presente alcune problematiche basilari, come quelle sopra descritte e richiedere in maniera compatta maggiori servizi per il villaggio. Una seconda parte dell’incontro è stata interamente dedicata alla questione impianti a Lorica, che pare essere destinata a non avere fine.

    Marco Oliverio ha illustrato la situazione attuale alla popolazione, spiegando che si sta lavorando senza sosta per ottenere il collaudo dell’impianto. Pochi giorni fa durante una riunione con l’Ustiff, pare si sia profilata la possibilità di pubblicare un bando per affidare i lavori rimasti da completare, per poi, effettuare un collaudo entro la fine di giugno con il supporto dell’Arsac e tutte le figure competenti richieste per lo stesso. In seguito al collaudo, si parlerebbe poi di una rescissione del contratto di Lorica Ski Area, consensuale o in danno che sia. Informazioni dettagliate ma non molto rassicuranti, che lasciano la popolazione di Lorica, in preda alla preoccupazione. Una Lorica, per niente addormentata, come potrebbero pensare in molti. Il pensiero di un impianto funzionante e di un futuro più roseo per il magnifico villaggio sulle montagne, è da sempre e rimane costante nella mente delle persone che da anni vivono nella perla della Sila, sperando ogni giorno in prospettive migliori e lavorando con passione e sacrificio per la terra che amano e che li ha cresciuti. La riunione si è conclusa con i ringraziamenti ai due sindaci che hanno mostrato massima disponibilità e rispetto, alle richieste e problematiche poste dalla popolazione. Lorica è sveglia e scalpita e rivendica il proprio diritto a essere ascoltata.

    Noemi Guzzo

    Più informazioni su