Quantcast

Carenza idrica a Cetraro, il Comune incontra i residenti

Un delegazione degli  abitanti della contrada Santa Lucia è stata ricevuta dagli assessori Cesareo e Vaccaro

Più informazioni su


    Nei giorni scorsi, gli assessori Tommaso Cesareo e Massimiliano Vaccaro hanno incontrato una delegazione di residenti della contrada Santa Lucia di Cetraro, per discutere del problema della carenza idrica. La contrada Santa Lucia, in queste ultime settimane, si è, infatti, caratterizzata proprio per questo problema, la cui persistenza ha provocato vibrate proteste da parte dei numerosi cittadini che vi risiedono. “Mattinata all’insegna dell’impegno e della promozione turistica – ha, pertanto, scritto l’assessore Cesareo, a margine dell’incontro – delegati dal sindaco, con l’assessore Massimiliano Vaccaro abbiamo incontrato, presso il punto ristoro del porto, una delegazione di residenti della contrada Santa Lucia, per affrontare l’annoso problema della carenza idrica. All’incontro erano presenti anche il presidente del Consiglio comunale, Franco Pascarelli, e il gestore del servizio idrico, signor Massimo Buonafortuna. Dopo un lungo e serrato confronto tra le parti, il gestore del servizio idrico ha indicato alcune soluzioni da mettere in campo per fronteggiare, in modo risolutivo ed efficace, questo problema, che è diventato ormai insopportabile, e che non può classificare i cittadini in privilegiati e penalizzati!”. Inoltre, lo stesso assessore Tommaso Cesareo ha ricordato che “Presso gli uffici del porto, contemporaneamente, il sindaco, Angelo Aita, incontrava una delegazione di pescatori per discutere dell’assegnazione dei box e della prossima apertura del Centro ittico. Infine, col dirigente dell’Ufficio del Porto, dottor Massimo Aita, abbiamo accolto, presso la struttura portuale, il sindaco di Cetara, rinomata e pittoresca cittadina della costiera amalfitana, famosa per la colatura delle alici, il quale si è complimentato per la bellezza e la funzionalità del nostro porto. Nel corso della chiacchierata, sono emerse molte affinità tra Cetraro e Cetara. A parte la somiglianza del nome, ci accomunano anche la lavorazione delle alici, e una storia di “dominazione” benedettina. Abbiamo messo in cantiere cose interessanti”. Nelle scorse settimane, era stato il consigliere comunale del Pd di Cetraro, Carmine Quercia, a intervenire sulla carenza idrica che sta interessando la contrada Santa Lucia, segnalando anche il fatto che i cittadini che vi risiedono avevano avviato una raccolta di firme per “disservizio idrico”. “Il disagio che si è creato nella contrada Santa Lucia merita attenzione da parte di tutti – aveva, in particolare, sottolineato il consigliere comunale democratico – L’emergenza idrica va affrontata e risolta per venire incontro ai sacrosanti diritti di tante famiglie che abitano in una delle contrade più popolose della città. Capisco che certe questioni vanno affrontate nelle sedi idonee come il Consiglio comunale. Certo è che comunque ognuno deve fare la sua parte: i cittadini devono rispettare le regole; l’amministrazione comunale deve attivarsi per risolvere i problemi della comunità; l’opposizione deve fare il “mestiere” di criticare e proporre; i consiglieri comunali si devono prodigare per accorciare le distanze tra le istituzioni e la società civile”. Erano, dunque, urgenti interventi per venire incontro ai bisogni primari dei residenti della popolosa contrada cetrarese, interventi finalizzati a ripristinare una situazione di normalità, per evitare disagi, che costringono, appunto, i residenti a vivere per giorni senza la possibilità di avvalersi del prezioso liquido.

    Clelia Rovale 

    Più informazioni su