Quantcast

“Percorsi alternativi”

COSENZA - Una tre giorni di gusto che ha unito Cosenza e Trento

Più informazioni su


    COSENZA – Si è conclusa la tre giorni di promozione delle eccellenze enogastronomiche denominata “Percorsi alternativi” che ha unito due città Cosenza e Trento che aveva la finalità di creare diverse collaborazioni e nuovi canali commerciali tra le imprese della provincia di Cosenza e quelle del Trentino. Alle dichiarazioni di soddisfazione espresse da Klaus Algieri e Giovanni Bort, presidenti delle rispettive Camere di Cosenza e Trento, si è aggiunto il plauso di quanti hanno preso parte alla kermesse enogastronomica, consapevoli che a questa iniziativa conseguirà uno sviluppo concreto e cooperativo tra le imprese dei due territori. I tre giorni della manifestazione hanno avuto come tema le “Terre di Cosenza” nei “Percorsi Alternativi” per una “scoperta dei mille volti della Calabria”, ma anche dei tanti sapori Doc e Dop promossi nell’evento “Calabrian Street Food”, grazie ai singolari salumi, formaggi, prodotti da forno, frutta, dolci e vini, promossi all’interno di momenti conviviali davvero apprezzati. Un ricco patrimonio naturalistico ed enogastronomico che arricchirà l’offerta turistica delle due province, “grazie all’accordo di due Camere di Commercio – come ha dichiarato il presidente Algieri nel corso dell’evento di apertura della manifestazione – che rappresentano pienamente il valore di un’intesa programmatica ed economica basata sulla cooperazione, unica nel suo genere in Italia tra Enti camerali, che si replicherà presto con l’aggiunta di nuovi accordi che presto saranno stipulati con altre Camere”. Dopo l’evento, Algieri è stato accolto nella sede della Camera di commercio di Trento dal presidente Boart per un incontro istituzionale che ha generato nuovi ed interessanti scenari: presto saranno attivati che metteranno in connessione le amministrazioni comunali delle due città insieme alle due Università che apriranno nuovi momenti di conoscenza, di approfondimento accademico e di scambio culturale oltre che turistico. “La partnership attivata lo scorso mese di giugno con Klaus Algieri – ha dichiarato nel suo intervento di benvenuto agli ospiti cosentini il presidente della Camera di Commercio di Trento, Giovanni Bort – riuscirà a mettere in rete le specificità delle nostre province, per farne un patrimonio comune con cui attivare sinergie virtuose che possano concorrere alla crescita economica dei due territori. E non è un caso se nell’accordo sottoscritto le due Camere hanno scelto come principali settori da promuovere quelli del turismo e dell’enogastronomia. Abbiamo, infatti, voluto basare molto delle nostre azioni sull’efficacia e il coinvolgimento che derivano dalle esperienze sensoriali-emozionali, visto che questi due ambiti rappresentano la formula più efficace per raggiungere concreti obiettivi di sviluppo”. Questa prima iniziativa, cui ne seguirà una identica nel prossimo mese di dicembre nel Castello Ducale di Corigliano Calabro, con la promozione dei prodotti del Trentino, messa in piedi dalla volontà e dalla visionaria lungimiranza dei presidenti Algieri e Bort, amplificherà certamente la possibilità di creare nuove e interessanti associazioni, come ad esempio l’abbinamento delle mele della Val di Non con le clementine della Sibaritide, gli ottimi formaggi di malga abbinati ai fichi dottati del cosentino, i picchi dolomitici del Trentino con le vette e i boschi della Sila o con le spiagge dei mari Tirreno e Jonio, che bagnano la provincia di Cosenza.

    Più informazioni su