Quantcast

“Il consiglio comunale aderisca alla manifestazione del 21 ottobre a Melito”

Ad affermarlo è Carmine Quercia, consigliere comunale del Pd. Nella cittadina reggina l’iniziativa regionale contro la violenza sulle donne

Più informazioni su


    CETRARO (Cs) – Il consigliere comunale del Pd di Cetraro, Carmine Quercia, ha reso noto di aver protocollato, lunedì mattina, la proposta, inviata al presidente del Consiglio comunale, Franco Pascarelli, di deliberare, nella prossima seduta consiliare, l’adesione all’iniziativa regionale del 21 ottobre contro la violenza sulle donne, proposta già annunciata nelle scorse settimane. Già nelle scorse settimane, infatti, Carmine Quercia, che siede sugli scranni dell’opposizione, aveva chiesto, attraverso una nota, che il Consiglio comunale di Cetraro aderisse all’iniziativa promossa dalla Regione contro la violenza sulle donne, che si terrà, appunto, il prossimo 21 Ottobre a Melito Porto Salvo, città, come è noto, teatro del terribile stupro di gruppo di cui è stata vittima, per anni, una ragazzina, all’epoca dell’inizio dei fatti di appena tredici anni. “Condivido pienamente l’iniziativa promossa dal presidente della Giunta regionale Mario Oliverio sulla delicata questione della violenza sulle donne – aveva messo in evidenza il consigliere comunale cetrarese, nella nota – divenuta di bruciante attualità dopo i fatti di Melito Porto Salvo. È importante che i Consigli comunali, i sindaci e tutti i rappresentati delle istituzioni partecipino attivamente alla manifestazione che si terrà il 21 Ottobre a Melito. È auspicabile che il sindaco di Cetraro, Angelo Aita, partecipi all’evento con il gonfalone del Comune”. Secondo Carmine Quercia, “In questi casi è importante dire massicciamente un secco no ad ogni forma di violenza, con la ferma volontà di contribuire concretamente al processo di crescita delle nostre comunità, basate su valori, su sani principi e sul rispetto reciproco. Bene ha fatto, dunque, Oliverio. Per quanto mi riguarda, pertanto, porterò all’attenzione del presidente del Consiglio comunale e del sindaco la proposta di deliberare l’adesione all’iniziativa del 21 Ottobre”. A tal proposito, si ricorda che subito dopo la diffusione della notizia relativa a questo ennesimo e gravissimo atto di violenza nei confronti di quella che, come già messo in evidenza, all’epoca dell’inizio dei fatti, era solo una bambina, l’Ufficio stampa della Giunta regionale diffuse una significativa nota, nella quale si chiedeva, appunto, una massiccia partecipazione alla stessa manifestazione. “Come già annunciato non appena si è appresa la notizia della grave violenza sessuale di gruppo – si leggeva, infatti, nella nota – la Giunta regionale della Calabria ha deciso di organizzare una manifestazione nazionale per il prossimo 21 ottobre a Melito, che sarà un vero e proprio presidio di legalità da costruire con la comunità melitese, calabrese e nazionale. “La Calabria dice no alla violenza contro le donne”, questo il titolo, sarà l’occasione per metterci la faccia, scendere in piazza a fianco della giovane vittima e programmare insieme strumenti concreti per contrastare questa inammissibile violazione dei diritti umani”. (Clelia Rovale)

    Più informazioni su