Quantcast

Senato: Approvato reddito di inclusione

Bruno Bossio: “Primo passo riconoscimento diritto universale all'esistenza dignitosa. Altro che le proposte del M5S"

Più informazioni su


    “Mentre i 5 stelle blaterano di reddito di cittadinanza (per non farlo) oggi il Senato ha approvato definitivamente il reddito di inclusione sociale”. Inizia con questa considerazione la nota inviata dalla parlamentare Ds, Enza Bruno Bossio che continua: “Si tratta di una misura universale di protezione sociale che intende garantire, su tutto il territorio nazionale, un livello minimo di reddito e prestazioni a coloro che si trovano in condizione di povertà intesa come impossibilità di disporre dell’insieme dei beni e servizi necessari a condurre un livello di vita dignitoso” (Art. 1 ddl Povertà, approvato oggi)”.

    Per poi aggiungere: “Il Governo e il Parlamento italiano con questa legge oggi hanno dimostrato di voler superare la tradizionale dimensione caritatevole dei vecchi provvedimenti di lotta alla povertà adottando i principi giuridici della universalità e del riconoscimento del diritto all’esistenza dignitosa. Siamo certamente solo agli inizi, sia per copertura finanziaria, ancora troppo esigua e che negli anni dovrà essere potenziata fino a coprire tutti quei soggetti che si trovano in condizione di povertà assoluta, sia perché questa misura deve necessariamente legarsi ad una profonda riforma del welfare che oggi, in Italia resta ingiusto, costoso e inefficace”.

    La nota conclude: “Non più, dunque, assistenza intesa come elemosina ma diritto al reddito per dare a tutti i cittadini la possibilità di vivere in condizioni dignitose e poter così esprimere appieno le proprie capacità e potenzialità individuali e sociali”.

    Più informazioni su