Quantcast

Ambrogio: ‘Che la Metropolitana abbracci anche il Savuto’

Memorabile è stata la giornata di ieri per il territorio dell'area urbana di Cosenza che vedrà nascere la tanto discussa opera ultra milionaria di trasporto su ferro che unirà ancora di più i territori di Cosenza e Rende.

Più informazioni su


    Significativo anche sotto il profilo politico, lo scenario che si è venuto a creare ieri a Palazzo dei Bruzi dove per la prima volta nella storia Regione, Provincia e comuni di Cosenza e Rende si sono seduti attorno ad un tavolo superando ogni steccato di appartenenza per siglare un accordo importante che muterà gli scenari della viabilità locale. Assai importante poi il ruolo di mediazione che, come Provincia di Cosenza, abbiamo messo in campo affinché le parti (Regione e Comune di Cosenza) addivenissero alla soluzione poi raggiunta. Questo per noi, per quanto importante, non può essere certamente considerato un punto di arrivo in un contesto più generale di aria vasta ma uno stimolo ad inglobare a tale sistema di trasporto ferroviario anche altri territori limitrofi alla città. Non si può dunque non pensare ad un raccordo che abbracci anche i territori del Savuto con una area di snodo su Piano Lago nel comune di Mangone dove arrivano già da qualche anno i bus dell’Amaco. Tale intervento inciderebbe di gran lunga non solo sull’asse del trasporto locale facilitando l’accesso all’area urbana di territori interni che oggi rischiano l’isolamento, ma anche sullo sviluppo dell’area industriale ricadente nei comuni di Mangone e Figline dando la possibilità di sviluppo a piccole e medie imprese che oggi si sentono disincentivate ad investire in tali aree degradate. Questo sarà dunque quello che metteremo in campo come Provincia di Cosenza consci del fatto che se l’opera siglata ieri, dovesse rimanere isolata e circoscritta, sarebbe sicuramente un gran fallimento di contro invece se inserita in un contesto assai più globale potrebbe rappresentare un volano di sviluppo di aree per troppo tempo dimenticate.

    Più informazioni su