Quantcast

Giovani Alternativa Popolare su chiusura dei musei a Rende per Ferragosto

“Sbagliato lasciare Maon chiuso di domenica e nei giorni festivi”

Più informazioni su


    Riceviamo e pubblichiamo dal Coordinamento dei Giovani di Alternativa Popolare il seguente comunicato

    Ci tocca rispondere, malgrado non vorremmo farlo, a Sicoli, direttore del museo Maon, che ci dà ragione sulla nostra osservazione relativa alla questione dei musei rendesi chiusi. Sicoli dice, infatti, che i musei che gestisce insieme all’associazione “Capizzano”, restano aperti da martedì a sabato, confermando di fatto che proprio la domenica ed i giorni festivi (ferragosto), giorno per eccellenza in cui i turisti visitano chiese e musei, il suo resta chiuso. Ed è questo l’aspetto grave che noi abbiamo denunciato, perché non si incentiva il turismo con l’apertura dei luoghi di cultura solo in settimana. Chi lavora non va a fare gite e visite e se la domenica, giorno libero in cui si può uscire, i musei sono chiusi, allora il turista scappa, cambia meta e cerca altri siti né ritorna trovando disservizi a Rende.

    E, quindi, cosa avevamo detto noi? Che il centro storico è sempre più trascurato! Mentre, quindi, Sicoli ammette la nostra verità che il Maon resta chiuso di domenica e nei giorni festivi, il direttore marca anche la differenza con gli altri due musei, quali il museo Ruggi D’Aragona (ex castello casa comunale), gestito dalla famiglia Bilotti, in convenzione con il Comune, e tra il museo civico di palazzo Zagarese che è gestito direttamente dall’amministrazione comunale, che restano entrambi chiusi tutto il mese di agosto.

    Questa è l’arroganza di Manna, dell’assessore alla cultura signora Piperno, e del dirigente che non vigila né sugli orari di apertura e né fa rispettare le clausole della convenzione ma in ogni caso percepisce la somma di 120 mila all’anno senza che questi signori abbiano il rispetto e la compiacenza di rispondere, scusandosi con i cittadini per questo disservizio da loro creato. Ma su questa questione a noi non interessa che si litigano tra di loro, a noi interessa solo comunicare la verità e informare i cittadini dei gravi danni che sta facendo Manna alla città di Rende.

    Così vuole rilanciare la cultura ed il centro storico? Altre questione poco chiare sulla quale i nostri consiglieri dovranno ritornare a verificare per meglio capire le cose che non vanno riguardano sia l’associazione “Achille Capizzano”, che ha in comodato d’uso palazzo Vitari per 20 anni, e sia la convenzione stipulata con la famiglia Bilotti per quanto riguarda il museo Ruggi D’ Aragona. Alternativa Popolare, dunque, non dice mai cose non vere, poiché siamo di Rende, il territorio lo conosciamo bene in lungo ed in largo, e, soprattutto, ascoltiamo i cittadini e le loro lamentele al contrario di come fa Manna che dei rendesi a lui poco importa ma si è servito di loro solo per le sue aspirazioni politiche personali. A noi interessa ed interesserà sempre il bene della città di Rende.

    Vigileremo costantemente con trasparenza e legalità su tutto ciò che succede ed informeremo sempre i cittadini perché abbiamo rispetto del nostro elettorato e solo per loro lavoreremo e non certo lo tradiremo come ha fatto Manna senza nessuno scrupolo. 

     

    Più informazioni su