Quantcast

Squash. Scorpion: Due bronzi a Vicenza e Riccione

La squadra rendese ottiene due terzi posti agli importanti tornei

Più informazioni su


    RENDE (Cs) – Dopo i tornei disputati in Svezia, dove la compagine italiana composta da Cristina Tartarone, Federico Belvedere e Gianfrancesco Giordano, nonostante l’alto tasso tecnico degli atleti in gara, ha suscitato un’ottima impressione sul piano del gioco e dell’organizzazione, ha rimesso in valigia le racchette per partecipare a due tornei: Riccione e Vicenza. Federico Belvedere, Luca Laboccetta e Dimitri Diamadoupolus hanno preso la strada per Riccione e Cristina Tartarone si è recata a Vicenza. A Riccione il tabellone era composto dai migliori giocatori italiani attualmente in circolazione. Luca Laboccetta ha aperto le danze contro l’esperto giocatore peruviano Carlo Mendez. Entrambi dotati di una fisicità imponente hanno dato vita ad un match muscolare, che al quinto set ha registrato ancora i due in perfetta parità, sul 2 set pari e 7 a 7 come punteggio. Purtroppo la maggiore esperienza del peruviano negli ultimi scambi ha consentito a Carlos di conquistare per primo l’undicesimo punto aggiudicandosi l’incontro. Federico Belvedere invece è partito con il piede giusto capovolgendo il pronostico e aggiudicandosi il match contro il riminese Andrea Arceci per 3 set a 1, più avanti nel tabellone ha incrociato un altro quotato giovane romagnolo Gianluca Poggiali, e anche in questa partita Belvedere è passato con il punteggio di 3 set a 1. Il cammino del calabrese si è interrotto però contro il vincitore del torneo Yuri Farneti per 3 a 0. Dimitri Diamadoupolus, punta di diamante della “Scorpion” ha messo in fila il napoletano Luigi Sbandi e il parmense Paolo Allevato entrambi con il perentorio punteggio di 3 set a 0. In semifinale ha trovato il genovese Oliviero Ventrice e nel quarto set sul punteggio di 2 set 1 per il ligure, Dimitri aveva la palla game sul 10 a 9 ma l’ha sprecata subendo il ritorno di Ventrice che con il punteggio di 10-12 si aggiudicava game ed incontro. Dimitri si è riscattato nella finale per il terzo posto, contro il Gallese Dan Bergin che ha regolato con il punteggio di 3 set a 1, conquistando il bronzo. Nel frattempo a Vicenza si disputava il torneo internazionale PSA femminile intitolato alla memoria della rimpianta giocatrice Anna Sterchele. Cristina Tartaronea soli 15 anni era tra le più giovane giocatrici iscritti. Nonostante tutto la calabrese ha disputato uno splendido match contro la napoletana Benedetta Buccalà per 3 set a 0, ma il capolavoro lo ha confezionato contro l’ex campionessa italiana Elisabetta Priante, su cui ha avuto la meglio per 3 set a 2. In semifinale ha ceduto però il passo al capitano della nazionale Monica Menegozzi. Nella finale per il terzo posto, Cristina ha incrociato la serba Jelena Dutina ed anche in questa occasione la giovane promessa ha sfoderato una prestazione superlativa conquistando il bronzo con il punteggio di 3 set a 1. Tutti a casa ad allenarsi per i prossimi appuntamenti della stagione: il 5 e 6 novembre a Riccione per il torneo platino giovanile. Questa volta si recherà in Emilia Romagna la squadra al completo.

     

    Più informazioni su