Quantcast

Pallavolo maschile. Serie B. Area Brutia Cosenza sintomi di crescita. Conad e Raffaele Lamezia ancora giù

I cosentini tornano da Ostuni con una sconfitta, ma la squadra nel terzo parziale ha lottato con uno spirito nuovo. Raffaele Lamezia sconfitta in casa dal Leverano, mentre la Conad perde a Bari. Tre sole squadre a punteggio pieno dopo appena due giornate

Più informazioni su


    Cosenza – Sergio Lionetti

    Si può essere ottimisti anche dopo una sconfitta? A volte, sì. E’ il caso dell’Area Brutia Cosenza, che perde a Ostuni, come da crudo pronostico, ma, fatta eccezione per il secondo set, combatte con uno spirito nuovo. Sicuramente, almeno per quanto sappiamo fino a oggi, la caratura del Bari affrontato nella prima giornata è più alta rispetto all’Orthogea Ostuni e lo stesso tecnico salentino, Giacomo Viva, fin dalla vigilia del torneo ha tenuto a sottolineare che la sua squadra punta alla salvezza e che questa gara di esordio casalingo era importante proprio in quella chiave. Il suo appello ai tifosi per questo match è stato ascoltato: il PalaCeleste ha visto i tifosi pronti a sostenere la squadra. Formazione dei padroni di casa come annunciato alla vigilia, con alcuni cambi durante la gara. Alla fine, ancora una volta, il giocatore più determinante, per la vittoria, è stato l’opposto Camassa, che ha messo a terra 25 palloni. Cosenza ha, per queste prime settimane di rodaggio, la necessità di trovare una formazione-tipo, in attesa che la società trovi dei rinforzi di fascia alta, ma le prestazioni di Concina (9 punti), D’Amico (7) e soprattutto del giovane opposto Fasano (14) portano un po’ di ottimismo nelle persone che hanno voglia e forse anche fretta di rivedere la pallavolo maschile cittadina ritornare ai livelli di quindici anni fa. Se in casa cosentina ancora si soffre, non sono certo allegri gli appassionati in terra lametina. Le due squadre di quella che per molti anni è stata la “Capitale” del volley calabrese, la Raffaele e la Conad, hanno perso anche la seconda gara in campionato. Delle due, la Raffaele, allenara da Antonino Ferraro, è l’unica delle tre calabresi del girone H ad avere un punto in classifica, frutto della combattuta gara di esordio sul campo del Locorotondo, partita persa al tie break. In questa seconda partita, la squadra se la doveva vedere con il navigatissimo e coriaceo Leverano: i leccesi non si sono smentiti, vincendo sul campo calabrese una gara assai combattuta, ad onta del tre a zero finale, in cui ha pesato molto l’esito del secondo parziale, vinto dal Leverano sul 28-26. La Conad, invece, è andata a constatare che la qualità tecnica e tattica messa in mostra dalla Solution Asem Bari di coach Cavalera a Cosenza non era un fuoco di paglia. Anche a Bari (3-1: 26-28, 25-19, 25-13, 25-16), un set finito ai vantaggi, il primo, vinto dai lametini. Poi Mazzarelli e compagni hanno confermato di fare davvero sul serio. Un’ultima annotazione: siamo ancora alla seconda giornata e solo tre squadre sono ancora a punteggio pieno: Bari, Ostuni e Leverano. Guarda caso, sono le tre squadre contro le quali, a turno, sono andate a sbattere le nostre squadre. Un calendario tutt’altro che benevolo, non c’è che dire.

    Più informazioni su