Quantcast

Atletica Leggera. ‘Grand Prix Podistico Calabrese’

Cosenza K42 (nella foto) si aggiudica la prima prova

Più informazioni su


    Inizia bene l’avventura della Cosenza K42 al campionato regionale master per club di corsa su strada edizione 2017; la prima tappa si è svolta domenica a Mormanno (Cosenza), lungo le viuzze che costeggiano il lago Pantano, nel cuore del massiccio del Pollino. La società di atletica bruzia, guidata del presidente Pino Vecchio, già detentrice del titolo messo in palio lo scorso anno dalla Fidal, ha conquistato con merito il primo posto in classifica davanti alla Libertas Lamezia ed all’Hobby Marathon Catanzaro. Una tattica di gara, quella messa in atto dal team di Leone e compagni, alquanto utilitaristica e poco appariscente, mirata soprattutto a piazzare il maggior numero di atleti il più in alto possibile nelle diverse graduatorie di categorie, senza l’assillo del cronometro a tutti i costi. Strategia che nel passato ha già portato frutti in casa giallonera e che sarà presumibilmente utilizzata anche nelle prossime 15 tappe del Grand Prix previste in giro sulle strade della Calabria, fino alla prova conclusiva fissata in calendario per fine ottobre sul lungomare di Paola. Tra gli SM35 Diego Bruno e Massimino Cozza hanno ottemperato alla meglio agli ordini di scuderia, concludendo gli 8,250 km del percorso al 7° ed 9° posto.

    Stefano Bruno con il tempo finale di 30’54’’ sale sul terzo gradino del podio tra gli SM40, mentre Pino Lo Re conquista un ottimo 5° posto in 33’04’’. Piero Conforti e Luca Consolo si posizionano rispettivamente sesto e ottavo. Cominciano a girare come devono le gambe di Massimiliano Caputo, secondo tra tutti gli SM45 in 30’42’’, stesso tempo di Luigi Imbrogno a cui viene assegnato il terzo posto. Salvatore Muzzillo, Pietro Porco e Mario Ras completano la categoria. Sfortunata la prova di Massimo Ragusa, portabandiera della categoria SM50, imbattutosi in uno shock termico addominale e costretto per tale inconveniente a portare a termine la gara a scartamento ridotto.

    Salvatore De Bernardo, Carlo Maselli e Massimiliano Artuso risultano funzionali tra i pari età a sottrarre spazio nella classifica finale agli avversari. Bene Giovanni Curia, primo meritatamente tra i master55, che insieme ai fieri portatori d’acqua Carmelo Pastura, Corrado Conforti, Francesco Rinaldi, Vincenzo Spizzirri e Giuseppe Tarsitano, cooperano per ottenere il massimo dalla categoria. Arnoldo Bocci è terzo tra gli SM60 ed Angelo Marinello undicesimo. Angelo Sorcale, appena rientrato da Boston dopo la partecipazione alla più antica maratona del mondo, si conferma leader regionale della categoria SM65. Neanche il tempo di smaltire il fuso orario, che con spirito di sacrificio mette a disposizione della squadra un fondamentale gruzzoletto di punti, vincendo facile sui competitors. Sul podio SM70 primeggia Benedetto Andreoli con affianco, sul terzo gradino, l’esordiente in t-shirt gialla Luigi Covelli. In gara, anche i due assoluti Emanuele Sesti e Daniele Percacciuolo, 4° e 10° in graduatoria di categoria. Tra le donne Emanuela Fiorino è 3^ tra le SF40 e Maria Francesca Pandolfo 8^. Maria Gabriella Bartoletti vince la categoria SF55. Rosetta Strancone conquista la SF65.

    Più informazioni su