Quantcast

Calcio. Caparbio Rende

I biancorossi guadagnano l'intera posta battendo la Reggina 1 a 0

Più informazioni su


    Esordio vincente per i ragazzi di mister Trocini. Il Rende si appisola, poi si sveglia improvvisamente e reagisce, conquistando tre punti contro un ostico avversario. Peccato per gli amaranto, protagonisti di un bel gioco quanto di troppa superficialità sotto porta.La prima limpida occasione è degli ospiti. Al 20’ De Francesco fa tremare il pubblico di casa quando colpisce l’incrocio da calcio piazzato. Dieci minuti piú tardi c’è il batti e ribatti delle due compagini. Il tentativo di Sciamanna, respinto da Forte, diventa occasione di contropiede con Goretta il cui tiro viene deviato. Al 39’ Tulissi ci va vicino ma il suo colpo di testa sfiora solo il palo. Nella ripresa il Rende va spegnendosi e subisce il crescendo della Reggina. L’assalto continuo degli ospitisottolinea la loro scarsa lucidità negli ultimi metri. Sono infatti due le occasioni limpide che i giocatori amaranto buttano alle ortiche. La prima è di Porcino che al 50’ non riesce a realizzare la retedel vantaggio con un pallonetto a due passi da Forte.Ancora piú clamoroso l’errore di Sciamanna quando al 67’ regala il pallone al portiere con lo specchio totalmente libero. I biancorossi si chiudono a riccio e liberano come possono la propria area, quasi rassegnati al pareggio. La svolta arriva a soli 10 minuti dal fischio finale. Vivacqua serve Viteritti che guadagna il fondo e crossa. Ricciardo svetta e imbuca Cucchietti sbloccando il risultato. La Reggina accusa il colpo e molla la morsa offensiva che fin’ora aveva stretto i padroni di casa. Ancora Ricciardo pericoloso quando siamo al minuto 83’, il portiere avversario ci mette una pezza. Giunti allo scadere, Soleiro interviene in modo scomposto su Ricciardo. Nessun dubbio per il direttore di gara, rigore. Vivacqua piazza la palla sul dischetto e calcia nell’angolo basso a destra. Reattiva la risposta di Cucchietti che evita un risultato ingiusto per la propria squadra.

    Daniele De Napoli

    foto Raffaele Morrone

    Più informazioni su