Quantcast

Casali del Manco Futsal , “Un Progetto in continua evoluzione”

A tu per tu con Mister Marco De Marchi

Più informazioni su

     

    Il Casali del Manco Futsal squadra allenata da Mister Marco De Marchi ha dimostrato ad oggi di essere una squadra competitiva e tecnicamente preparata nel campionato di calcio a 5 Serie C1 2019/2020 . Tutto questo grazie ad una società che crede in un progetto in evoluzione , ad un allenatore che ha saputo far crescere giorno per giorno la stima fra i suoi ragazzi raggiungendo il titolo di Campioni di Coppa Italia Calcio a 5 Regione Calabria anno 2019/2020 e un 4° Posto in classifica nel campionato in corso di serie C1 2019/2020.

    Intanto Mister auguri anche per l’ulteriore traguardo che ha raggiunto ad inizio anno , sappiamo che ha superato l’esame FIGC per allenatore per calcio a 5 , un riconoscimento a suoi tanti anni di carriera . La sua squadra, un bel gruppo che macina risultati e le sta regalando tante soddisfazioni, come li definisce?

    Due parole non basterebbero per descrivere i miei ragazzi. Sono un giusto mix che mi permette di lavorare al meglio durante la settimana e al sabato. Il nostro miglior pregio è esattamente questo, il gruppo. Si applicano al massimo delle loro potenzialità, hanno una disponibilità che va oltre e la voglia di crescere e migliorare costantemente. Io non devo fare altro che “approfittare” di loro in tal senso, se saremo bravi continueremo così. Diciamo che io sono la benzina, ma loro sono il motore.

    Che difficoltà state incontrando come società nel portare avanti un progetto come il vostro?

    Il primo e più grande problema del nostro sport sono le strutture. Nella nostra regione è difficile trovare palazzetti che ci permettano di lavorare al meglio ed affrontare una stagione agonistica, da questo punto di vista noi siamo estremamente fortunati. L’amministrazione comunale ci sta vicino e crede nel nostro progetto, colgo l’occasione per ringraziare proprio loro con in testa il sindaco Martire e gli assessori Rizzuti e De Donato. Il secondo problema sono le sponsorizzazioni , è estremamente difficile poter far fronte alle spese che si presentano in stagione. Noi limitiamo i costi come farebbe una squadra di amici,ma è innegabile che abbiamo la necessità che le realtà imprenditoriali locali cerchino di starci vicino. Questo serve in toto a far crescere e realizzare il progetto, dobbiamo essere tutti una squadra.

    In una squadra sportivo dilettantistica come la vostra , il fattore passione quanto incide in un ragazzo che pratica e gioca questo sport?

    La passione è alla base, senza quella poca strada si farà. Come già detto io in questo senso ho davvero pochi problemi, ho aggregato in squadra anche dei ragazzi della juniores che stanno crescendo e certamente si faranno. Il primo che mi viene in mente è Alfredo Salatino, che da portiere potrà dire certamente la sua. Poi c’è Emanuele Fiore che si è affacciato al calcio a 5 da agosto, ed è già stato convocato per tutti i raduni della rappresentativa regionale , sicuramente potrà rappresentare al meglio la nostra squadra anche al torneo nazionale delle regioni. I ragazzi della prima squadra della passione ne fanno le basi, per questo riusciamo ad essere protagonisti. Chiaro, poi c’è da aggiungere la componente tecnico attica e la bravura dei singoli elementi, anche li sono molto fortunato,ho una grande squadra.

    Durante questo campionato che riscontro avete avuto dal pubblico e soprattutto, avete notato un interesse da parte di genitori nel far praticare ai propri figli questo stupendo sport?

    Il pubblico ci sta sempre più vicino e capisce i sacrifici che stiamo facendo, abbiamo portato la coppa Italia regionale a Casali del Manco e speriamo sia la prima di tante soddisfazioni da poter dare loro. Noi certamente cercheremo di portare i nostri colori più avanti possibile a partire dalla partita di giorno 11 febbraio che ci vedrà rappresentare la Calabria contro la vincitrice siciliana e successivamente contro gli omologhi lucani. E, chiaramente, restando nelle zone alte della classifica in campionato.

    Una struttura come la vostra può fare certamente da traino sul territorio come punto di aggregazione e di crescita per le nuove leve calcistiche, idee in merito?

    Per rispondere anche alla seconda parte della domanda precedente , le idee sono tante e tutte valide. I ragazzi si approcciano sempre più al nostro sport con un’ottica diversa. Fino ad una certa età non c’è distinzione fra il calcio a 5 ed il calcio a 11, anzi, il nostro sport è propedeutico ad entrambi. I genitori questo lo sanno e stanno imparando a capirlo sempre più. L’idea è quella di creare un Casali del Manco Futsal Academy. Così potremo fare entrambe le cose. Aggregare i ragazzi dell’intera comunità casalina facendoli crescere nei principi dello sport , insegnando loro lo sport più bello del mondo, speriamo per il bene e con l’aiuto di tutti di riuscire.

    E per concludere il nostro simpatico incontro ,idee per il futuro calcisticamente parlando?

    Nessuna in particolare, ora penso e sono concentrato nel perseguire gli obbiettivi che abbiamo davanti a noi. Spero sinceramente che il mio futuro e quello dell’intera squadra si leghi a doppio nodo con Casali del Manco, potrebbe risultare la formula vincente.

    Francesco Ciacco

     

     

    Più informazioni su