Quantcast

Volley femminile. A Cosenza arriva la capolista: è il big match

 

Guardando il quadro della ventunesima giornata del campionato di serie C femminile, una gara troneggia su tutte. Chi ci segue su queste pagine (‘Pagine virtuali!’, diranno i nostri piccoli lettori, che non stanno mai zitti), sa che classifichiamo il peso di ogni singola gara guardando la somma di punti in classifica delle due contendenti. Partendo da ciò, è proprio la partita di giovedì sera al Palaferraro di Cosenza, quella che domina la scena. La partita era in programma domenica primo marzo, ma questa sistemazione infrasettimanale dovrebbe essere l’ultimo strascico del blocco, anche qui in Calabria, dei campionati regionali e provinciali per l’allarme dovuto al coronavirus. A Cosenza arriva la Sensation Profumerie di Gioiosa jonica (nella foto d’apertura), capolista con pieno merito della serie C femminile. La squadra reggina è imbattuta ed ha lasciato alle avversarie un solo punto, quando ha battuto, giusto due turni fa, la Todo Sport al tie break. Fino a quel momento, Mazzone e compagne avevano concesso al “resto del mondo” solo tre set in sedici gare. La Sensation vanta 53 punti in classifica ed è seguita, a nove lunghezze, dalla copia formata da Volley Cosenza e Todo Sport, che hanno 44 punti. Due punti più giù, la squadra che sta rimontando a grandi falcate la classifica, la Costa Viola Cenide. Rispetto al Cosenza, però, sia quest’ultima che la Todo Sport hanno una gara in più: la squadra cosentina e la capolista hanno già riposato. In questo turno sarà proprio la Costa Viola ad osservare il proprio turno di riposo: dopo 12 vittorie consecutive, c’è voluto il calendario, per fermare questa squadra. Solo la prima in classifica, con le sue 18 vittorie, è riuscita a fare meglio, fino ad oggi, perché Cosenza si era fermata dopo 10 vittorie consecutive, per colpa dell’inattesa sconfitta a Campo Calabro. Detto ciò, torniamo alle partite di questa settimana. Sommando i 53 punti del Gioiosa e i 44 della Volley Cosenza, otteniamo 97 punti: per darvi un’idea di cosa ciò significhi, basti dire che la seconda partita in graduatoria è a 29 punti di stanza: il derby tra Paola e San Lucido.

Il match di giovedì sera, per quanto il pronostico sia doverosamente a favore degli ospiti, sarà, secondo noi, una specie di esame di maturità per tutta la squadra cosentina e per lo stesso staff tecnico, un po’ come quando portiamo a tarare la nostra bilancia domestica da un tecnico specializzato per capire se è vero che stiamo davvero dimagrendo come speravamo oppure era solo una piacevole illusione. E’ vero, Cosenza ha ottenuto brillanti vittorie (vedi quella con Todo Sport e Paola), ma questa gara, indipendentemente dallo stesso risultato finale, dovrà dire alle ragazze, allo staff tecnico ed ai tifosi quanto abbia funzionato il lavoro svolto in palestra in questo anno e mezzo di nuova impostazione del lavoro. Molto dipenderà anche dalle condizioni fisiche di De Luca, che nella giornata appena disputata era uscita per imperfette condizioni fisiche. Come abbiamo già raccontato, la squadra ha risposto splendidamente all’assenza della sua capitana, ma non è facile fare a meno della De Luca di questa stagione contro un avversario di assoluto valore.

Il derby tirrenico, seconda partita in gerarchia con 68 punti, sarà una gara davvero interessante da seguire. Il pronostico è obbligatoriamente a favore del Paola, ma non per motivi strettamente tecnici o tattici: questo è il momento di vincere per non perdere definitivamente il treno per i play off. Per una squadra data tra le favorite, ci sono troppi concorrenti di qualità che le stanno facendo perdere terreno: incontrare il San Lucido proprio adesso non è proprio l’ideale, per un rilancio immediato.

Al terzo posto, con 57 punti, troviamo il match tra Todo Sport Vibo e Virtus 1962 Stella d’oro Coni. Per la squadra vibonese un turno casalingo molto utile, sulla carta, per approfittare in ogni caso dello scontro tra Gioiosa e Cosenza, anche se le ragazze della Todo Sport tiferanno per una vittoria della capolista, in modo da poter recuperare quel secondo posto in classifica che per lungo tempo avevano dimostrato di meritare.

Chiudiamo con la gara al quarto posto (45 punti). Si tratta della trasferta in terra reggina, sul campo dell’Olio Santa Chiara Fazzolari, della seconda squadra cosentina in serie C femminile, la Baxter. Trasferta dura, certamente, ma non sarebbe male, per dare ossigeno alla classifica, tornare a Cosenza con dei punticini preziosi.

Sergio Lionetti