Quantcast

Corigliano – Rossano, i gruppi di maggioranza al consigliere Promenzio: “S’informi meglio prima di dare informazioni errate”

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

 

Fa quasi tenerezza il consigliere Promenzio, che non ne indovina mai una, nemmeno quando il tema è libero! Le intemperanze verbali del nostro consigliere sono ormai note, così come la sua tendenza a generalizzare, ma noi, con l’onestà e chiarezza di chi ha l’onere e l’onore di amministrare con rigore e trasparenza questa città, non ci sottraiamo dal chiarire nuovamente alcune circostanze, mal interpretate e artatamente divulgate dal Promenzio – scrivono in una nota i gruppi consiliari di maggioranza di Corigliano-Rossano.

Ieri si è tenuta nello Stadio Rizzo una riunione dell’ARO indetta dal sindaco Flavio Stasi e all’unanimità si è deciso di lavorare per trovare soluzioni urgenti da concertare con la Regione Calabria entro mercoledì 20 maggio, termine entro il quale si terrà un incontro ad hoc con la Presidente Jole Santelli. Per il sindaco l’obiettivo principale è quello di trovare una soluzione definitiva poiché al rischio igienico sanitario si aggiunge il rischio di rinunciare alle speranze di poter recuperare almeno in parte la stagione turistica, già gravemente compromessa dal Covid-19.

I sindaci della Sibaritide, come ha tenuto a sottolineare il sindaco ‹‹sono disponibili anche ad assumersi delle responsabilità per promuovere una riforma strutturale del ciclo dei rifiuti ma allo stesso tempo sono pronti ad ogni forma di mobilitazione e di iniziativa, nell’esclusivo interesse delle comunità locali››.

Ora ci chiediamo dove il consigliere Promenzio abbia ravvisato da parte del sindaco Stasi, in questa affermazione così chiara, un addossare colpe ad altri? Semmai è una presa d’atto della necessità di farsi carico di una responsabilità collettiva, di un palese finora mal governato. Del resto, forse è sfuggito al consigliere, che anche la Governatrice Santelli ha finalmente mostrato per lo meno dubbi sulla condotta del comparto avvenuta fino ad oggi.

Sulla questione bonus alimentare, anche qui Promenzio dimostra di conoscere poco o niente le attività finora svolte. Infatti, se solo sapesse come si svolge il ruolo di consigliere comunale, saprebbe che gli uffici competenti sono a disposizione per offrire tutte le informazioni, senza limite alcuno, ai rappresentanti dei cittadini. E non solo, avrebbe scoperto anche che, a dispetto del resto dei comuni d’Italia, che si attestano su una distribuzione inferiore al 30% del monte somme governativo, Corigliano-Rossano ha erogato già ben il 70% dei fondi a disposizione per i buoni spesa, mentre si sta procedendo, alacremente e senza ritardi, allo studio per la distribuzione equa del residuo agli aventi diritto. Gli atti sono pubblici, trasparenti e trasmessi agli organi competenti per i dovuti controlli.

È evidente che il consigliere di minoranza è poco attento alle attività svolte da questa amministrazione ed è certamente per questa sua “disattenzione” che spesso prova con tentativi goffi, non supportati dalla realtà dei fatti, di “disorientare” l’opinione pubblica con informazioni tutt’altro che corrette. A noi non resta che suggerire al consigliere di informarsi meglio e onorare il ruolo e la funzione che istituzionalmente è stato chiamato ad attendere, per rispetto dell’intera collettività – concludono.